Festival di Sanremo Terza Serata e il Beethoven del Sabato Sera

Il clima si scalda qui a Sanremo e le giornate scorrono molto piacevolmente. I pomeriggi con le interviste dei cantanti, sono la parte migliore del Festival.

Oggi mi hanno piacevolmente sorpresa Enrico Ruggeri e Manuela Dolcenera. Quante cose da dire hanno questi due artisti. Un mondo grande in ognuno di loro.

Dolcenera confessa di usare l’hashtag #Dolcenerd qualche volta.

E il suo uomo non la sposa, e viene naturale aggiungere chissefrega Dolce. Non credevo fosse cosi simpatica. E il mutuo non è più un problema come nel 2012.

Ruggeri lo conoscevo. Ma non abbastanza. Oggi Patti Pravo fa la cover di se stessa e mi sa che la pettinatura gliel’ho ispirata io. “BelliCapelli”.

Dolcenera canta Amore disperato di Nada e mi convince sempre di più di quello che pensavo. DEVE cantare le canzoni degli altri. Brava. davvero brava.

La sala applaude. Ma tanto.

Virginia Raffaele per sempre. Grande…ISSIMA..

IMG_5821IMG_5816WP_20160210_003

IMG-20160211-WA0007

I Pooh vengono accolti in Sala Dalla in un modo davvero strepitoso. Parlano di vecchia amicizia rinnovata e si riferiscono al ritorno (provvisorio) di Riccardo Fogli.

IMG_5825IMG_5827

Arisa canta Rita Pavone e Elio canta Beethoven. Preferisco il secondo nonostante l’incredibile voce di Arisa. L’idea di un Beethoven del Sabato Sera è ottima.

Neffa canta Sarracino, presentato da Virginia che diciamolo ormai ha creato dipendenza.
Poi è la volta di Valerio Scanu che fa Lucio Battisti.

Vincono gli Stadio la gara dei Cover. Un po’ incomprensibile ma va bene cosi.

E io vado al Dopofestival e ci va anche Garko…