Dopo che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha sciolto ufficialmente con suo decreto le Camere, la data delle prossime elezioni politiche è stata fissata: gli italiani saranno chiamati alle urne il 24 e il 25 febbraio 2013.

Questo appuntamento segna questa fine d’anno e ci pone di fronte a un 2013, che comincia fin dalle prime settimane a metterci di fronte a delle scelte decisamente impegnative.

Ci aspettano due mesi di campagna elettorale scanditi da un fiume di parole. I politici e le loro dichiarazioni ci circonderanno sui media tradizionali, sul web, sulle piattaforme social, faranno capolino con frasi, promesse e attacchi ai loro avversari dai loro account Twitter, dalle loro pagine Facebook e dai molti talk show televisivi.

Insomma un’orgia di parole sta per travolgerci, siete pronti? A giudicare dai molti commenti e dalle considerazioni che leggo, mi sembra di percepire che dietro il buzz in sottofondo serpeggino uno spaesamento e una confusione generale.

C’è un altro modo per affrontare i prossimi due mesi di campagna elettorale e si chiama informazione. Mi riferisco all’informazione libera e indipendente, che dovete andare a cercare da soli in rete.

Certo mi rendo conto che è più faticoso, ma vi garantisco che ne vale decisamente la pena.

Ci sono due strumenti qualitativamente significativi, che si definiscono Fact Checking e Promise Checking,  attraverso cui potete verificare da soli e direttamente la veridicità delle affermazioni e delle promesse fatte dai politici.

Nel sito Bacheca Politica  potete tenere sotto controllo e verificare l’esito di tutte le promesse fatte dai politici. Il sito è navigabile attraverso differenti filtri (promesse, nome dei politici, partiti). Ogni promessa pubblicata è accompagnata da un indice di gradimento  sul contenuto e la rilevanza politica di quanto promesso e da un timer  che ne segue l’esito.  Trovate nel sito l’elenco delle promesse mantenute e di quelle non mantenute. Marco Govoni e Fabio Borroni, fondatori del sito, nella presentazione del progetto affermano che “Questo progetto non è legato ad alcun partito, movimento, editore, associazione”.

Un altro sito legato al Fact Checking è Pagella Politica ,  in cui è possibile controllare la veridicità delle affermazioni dei politici .  A fianco a ogni affermazione di un politico trovate una legenda con cinque voci: vero, c’eri quasi, ni, pinocchio andante, panzana pazzesca. Quando è stata verificata una delle cinque voci  si colora, cliccando nella voce colorata trovate i riferimenti alle ricerche, ai dati reperiti e alle fonti, che hanno fatto accendere quella voce. Il sito è in rete  da pochi mesi, a testimoniare che il fact checking applicato alla politica italiana è ancora agli inizi. Il progetto di Pagella Politica è coordinato da Daniele Bernardini.

Un progetto più articolato  è quello dell’associazione Openpolis. L’associazione nata nel 2006 utilizza open data in progetti open source e promuove l’open government. Il sito Openpolis  coordina quattro piattaforme che raccolgono dati e pubblicano informazioni su diversi livelli istituzionali di governo, dai deputati e senatori agli amministratori locali.  Nella piattaforma openparlamento potete verificare l’indice di produttività dei parlamentari, mentre in openpolitici potete verificare i vostri rappresentanti politici , dal curriculum, alla presenza in parlamento alla loro partecipazione ai lavori e agli atti parlamentari.

Pensavate di cavarvela con un tweet durante, o dopo la visione di Report, Pubblico, o Porta a Porta? Armatevi di tempo e pazienza, perché ve ne serviranno parecchi. La democrazia non è una cosa semplice e nemmeno veloce, ma se approfondirete sistematicamente i dati e le informazioni che vi arriveranno dai media  offline e online, verrete ripagati dalla soddisfazione di sentirvi cittadini un po’ più liberi e meno sudditi/elettori.

 

 

 

A proposito dell'autore
Redazione Assodigitale.it

Articolo realizzato dalla Redazione di Assodigitale. Se desiderate inviare prodotti alla redazione prodotti per prove tecniche potete spedirli alla nostra sede di Milano: Redazione #assodigitale.it Via Torino 68 (7p. scala sx.) 20123 Milano (MI) – Italia