Assodigitale

 

Giampaolo Pansa, Mario Calabresi, Lucia Annunziata e Luigi Contu premiati al 45° PREMIO SAINT-VINCENT DI GIORNALISMO


Giampaolo Pansa, Mario Calabresi, Lucia Annunziata e Luigi Contu premiati al 45° PREMIO SAINT-VINCENT DI GIORNALISMO
settembre 21
14:30 2012

45° PREMIO SAINT-VINCENT DI GIORNALISMO, premiati Pansa, Contu, Calabresi e Annunziata  nell’albo d’oro con Calvino, Buzzati e Montanelli

La consegna avverrà il 27 settembre 2012, nella cittadina valdostana, nell’ambito del dibattito sul tema: ‘Non c’è più il giornalismo di una volta…internet, social network e 2.0, sfide e risorse della nuova informazione’.  Come annunciato, riceveranno il prestigioso riconoscimento, che dal 1960 gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, Giampaolo Pansa, Mario Calabresi, Lucia Annunziata e Luigi Contu.

Il Casinò di Saint-Vincent torna protagonista del mondo dell’informazione con la 45° edizione del Premio Saint-Vincent, il 27 settembre prossimo.

L’appuntamento è alle ore 10, al Parc Hotel Billia.

Dopo il saluto delle Autorità, seguirà un dibattito sul tema ‘Non c’è più il giornalismo di una volta… internet, social network e 2.0, sfide e risorse della nuova informazione – moderatore Antonio Colasanti – quindi la cerimonia di consegna.

I premiati, come annunciato tradizionalmente un anno fa, sono Giampaolo Pansa, Mario Calabresi, Lucia Annunziata e Luigi Contu, con le seguenti motivazioni:

  • Gianpaolo Pansa come giornalista che, distinguendosi con la propria attività, nel corso degli anni, ha contribuito al prestigio della categoria (premio alla carriera);
  • Mario Calabresi (Direttore de La Stampa) come giornalista autore o promotore responsabile delle migliori inchieste o servizi speciali o titolare di rubriche specializzate pubblicati su quotidiani italiani (carta stampata);
  • Lucia Annunziata (Rai) per la televisione, quale giornalista titolare di servizio o programma di informazione redattore e/o televisivo – cineoperatore, autore dei migliori servizi o curatore del miglior programma di network televisivi nazionali, comprese le sedi Regionali RAI e i canali satellitari;
  • Luigi Contu (Direttore Agenzia Ansa) come Direttore della testata che in Italia e nel mondo ha dedicato la propria attività allo sviluppo dell’informazione in “rete”, con particolare applicazione nel settore multimediale.

Nel 2011 il riconoscimento andò a Enrico Mentana- TG La7, Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano, Bruno Vespa – Rai1 “Porta a Porta”, Mario Lenzi e Mario Guastoni.

La Giuria, ricordiamo, è composta da Regione Autonoma Valle d’Aosta, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa Italiana e Casino de la Vallée.

Il Premio ha una dotazione di 40.000 euro complessivi.

Dichiara l’Amministratore Unico della Casino de la Vallée S.p.A., Luca Frigerio: “Il Casino de la Vallée è particolarmente orgoglioso di ospitare l’evento nell’anno che segna l’inizio di una nuova epoca sia per la casa da gioco, sia per le annesse strutture alberghiere e congressuali, con la nascita del Saint-Vincent Resort & Casino, il progetto del più grande polo leisure d’Europa. Un impegno da 70 milioni di euro con cui vogliamo reinventare il gioco d’azzardo riproponendolo quale occasione di divertimento per tutti, inserito quindi nella più ricca e varia offerta turistica, di ospitalità, di divertimento e di intrattenimento”.

Una storia gloriosa

La Regione Autonoma Valle d’Aosta e il Casino de la Vallée crearono il Premio Saint-Vincent di Giornalismo nel lontano 1948 per dare un riconoscimento effettivo ai meriti specifici della professione inserendola, per le sue nobili aspirazioni e gli alti scopi sociali, nel panorama delle arti. E per questo, non a caso, fu affiancato ai premi alla letteratura e alle arti figurative e, in seguito, ai premi al teatro, al cinema e alle scienze mediche, insomma a tutti i premi prestigiosi che nel tempo hanno fatto di Saint-Vincent una delle capitali culturali del Paese attirando tra le sue vette le personalità più insigni nelle varie discipline e della società internazionale.

L’albo d’oro del Premio al giornalismo è effettivamente la rassegna dei più importanti nomi dell’informazione italiana, da Dino Buzzati a Italo Calvino e Indro Montanelli.

‘Il Saint-Vincent’ era portatore anche di un messaggio forte in senso etico. Dichiarava infatti Mario Cervi, vincitore nel 2001, del premio alla carriera: “ha una qualità straordinaria: è un Premio pulito. L’affollata giuria, della quale ho avuto l’onore di far parte nel corso di precedenti edizioni, è totalmente indipendente e di altissima qualità. Nel corso dei lavori, il dibattito è sincero e leale, anche se talora accalorato. Ricevere quindi questo riconoscimento mi ha lusingato, commosso e onorato”.

Sorto con una dotazione iniziale di 200.000 Lire, il Premio al giornalismo si affermò rapidamente e gli Enti Promotori ne elevarono gradualmente la consistenza che raggiunse la cifra di 2.150.000 Lire, nel 1950, quando la manifestazione culturale, unica nel genere in Italia,  venne posta sotto gli auspici della Federazione Italiana della Stampa, dell’Associazione della Stampa Subalpina e dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti. In seguito, il crescente consenso della categoria e la generosa azione dei promotori volti a interessare una sempre più vasta cerchia di scrittori e di giornalisti determinarono un progressivo aumento della somma: ogni sua edizione, infatti, ebbe stanziamenti maggiori che permisero di svilupparla e potenziarla nelle diverse categorie.

A suggellare il nobile significato della manifestazione del giornalismo italiano, in occasione del suo decennale (1958), il Capo dello Stato concesse il suo alto patronato e l’ambito onore di consegnare personalmente i premi  durante una cerimonia al Quirinale.

Dopo un’interruzione di 14 anni, dal 1983 al 1996, su sollecitazione del Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta, l’Associazione Stampa Valdostana in partnership con il Casino de la Vallée rilanciò il Premio con la 33° edizione.

Puntuale giunse anche l’avallo della Federazione Nazionale della Stampa e dell’Ordine dei Giornalisti oltre all’adesione, quali componenti della Giuria del Premio, dei direttori delle testate più prestigiose d’Italia.

Un telegramma dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica annunciò la decisione di consegnare al Palazzo del Quirinale, nel rispetto della tradizione, i diplomi ai vincitori del Premio Regione Autonoma Valle d’Aosta, dei Premi Speciali della Giuria e dei Premi previsti per ognuna delle sei sezioni che ormai la manifestazione comprendeva. L’Alto Patronato fu assicurato dal Capo dello Stato per tutte le edizioni a seguire, confermando il ruolo importante del Premio Saint-Vincent, quale strumento di valorizzazione della professione giornalistica e come momento di riflessione sulla rilevanza che questa professione ha  nella società.

L’opera instancabile di Lorenzo Del Boca, Presidente della F.N.S.I. prima e dell’Ordine dei Giornalisti poi, e di Franco Siddi, attuale Segretario Generale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, permise alla manifestazione di proporsi come modello culturale da esportare in altri paesi del Mediterraneo.

Nacquero così nel 1999 collaborazioni con i colleghi Ciprioti e Spagnoli per progetti di gemellaggio del Premio Saint-Vincent, con manifestazioni analoghe da organizzare nei rispettivi Stati; un’opportunità che assicurò all’evento nato tra i monti della Valle d’Aosta sempre maggiore visibilità.

Il Bando della 37° edizione del Premio inaugurò un ulteriore riconoscimento istituito per ricordare un grande professionista a pochi mesi dalla sua scomparsa: a Sergio Lepri gli organizzatori assegnarono il Premio Indro Montanelli “Testimone del XXI secolo”.

In occasione della 40° edizione, i promotori decisero di ampliare ulteriormente la rosa dei vincitori assegnando la prima “Grolla d’Oro per la Comunicazione”, prestigioso riconoscimento che verrà assegnato ogni anno a “grandi comunicatori”. La prima Grolla d’Oro per la Comunicazione è stata data a Joaquìn Navarro Valls, per l’instancabile lavoro svolto, per più di due decenni, in qualità di Responsabile della Sala Stampa del Vaticano. Nel 2006, anno della Torino Olimpica, la Grolla d’Oro per la comunicazione è stata assegnata a Evelina Christillin, per i successi ottenuti, anche e soprattutto in termini di promozione, di un evento tanto eccezionale come le Olimpiadi invernali.

Un ulteriore riconoscimento, istituito dall’Ordine dei Giornalisti della Valle d’Aosta, impreziosisce la 41° edizione del Premio Saint-Vincent di giornalismo: il “Pennino d’Oro”, che verrà assegnato ai giornalisti che hanno profuso il loro impegno anche nella promozione della professione. Il primo a riceverlo è stato Vittorio Roidi, segretario generale dell’Ordine dei Giornalisti.

Il Bando della 42° edizione comprende ulteriori riconoscimenti per festeggiare i 60 anni di attività della Casa da gioco di Saint-Vincent, promotrice ed instancabile organizzatrice del Premio dalle origini, che, proprio dal 2007, può contare sulla direzione artistica di Maurizio Costanzo che curerà anche le edizioni annuali degli altri Premi Saint-Vincent, per il Cinema, per la Fiction oltre al neonato riconoscimento per la Radio.

Dalla 44° edizione i vincitori sono designati direttamente dalla Giuria, che è composta appunto dai suoi Promotori.

CASINO DE LA VALLÉE S.p.A. – Company Profile

Casino de la Vallée S.p.A. ( CAVA S.p.A.) si è costituita nel 2010 a seguito della fusione per incorporazione del Grand Hotel Billia, facente capo alla società Servizi Turistici Valdostani S.p.A. (STV S.p.A.). Tale fusione è stata approvata da legge regionale 49/09.

Il giro d’affari complessivo della società, detenuta dalla Regione Valle d’Aosta e dal Comune di Saint- Vincent, a fine 2011 è di 110 milioni di euro, dei quali l’introito dei giochi è stato di 95 milioni e 600mila euro (+1,3% di quota di mercato sul 2010 e +2,8% sul 2009) nonostante il calo del fatturato globale (-2%) subito nel  2011 a causa della situazione generale dell’economia italiana.  630 mila le presenze registrate al Casinò l’anno scorso.

L’organo amministrativo della società, il cui capitale deliberato e sottoscritto ammonta a € 104.995.000  è rappresentato da un Amministratore Unico – Luca Frigerio, 42 anni, – mentre gli organi di controllo preposti sono il Collegio Sindacale e l’Albo Unico Revisori dei Conti. CAVA S.p.A si occupa della “Gestione della Casa da Gioco di Saint-Vincent”, come previsto dalla legge regionale 36/01 e successive modifiche. Ha sede a Saint-Vincent, in via Italo Mus.

La mission di CAVA S.p.A è garantire servizi di alto profilo capaci di soddisfare le esigenze dei diversi target di clientela, offrendo piacevoli momenti di intrattenimento e benessere.

CAVA S.p.A, che conta oltre 800 dipendenti, investe da sempre sulla formazione delle risorse umane e sulla qualità dei servizi, secondo un orientamento strategico confermato anche dalla Certificazione di Qualità ISO 9001:2008.

Price Disclaimer
Prices are accurate as of 10 September 2014 09:00. Product prices and availability are subject to change. Any price and availablility information displayed on Amazon.com at the time of purchase will apply to the purchase of any products.

Commenti

Commenta l'Articolo:

Redazione Assodigitale.it

Autore Articolo: Redazione Assodigitale

VUOI VISIBILITA'? COMPRA SUBITO UN PACCHETTO CLICCANDO QUI Articolo realizzato dalla Redazione di Assodigitale. Se desiderate inviare prodotti alla redazione prodotti per prove tecniche potete spedirli alla nostra sede di Milano: Redazione #assodigitale.it Via Torino 68 (7p. scala sx.) 20123 Milano (MI) – Italia

APRI IL TUO CONTO!

Price Disclaimer
Prices are accurate as of 10 September 2014 09:00. Product prices and availability are subject to change. Any price and availablility information displayed on Amazon.com at the time of purchase will apply to the purchase of any products.

BESTSELLER AMAZON

Price Disclaimer
Prices are accurate as of 10 September 2014 09:04. Product prices and availability are subject to change. Any price and availablility information displayed on Amazon.com at the time of purchase will apply to the purchase of any products.

APRI IL TUO CONTO!

Categorie

Archivi