Assodigitale

 

Social television: i programmi televisivi e l’audience salvati dai social network


Social television:  i programmi televisivi e l’audience salvati dai social network
maggio 05
08:00 2012

Anche negli Usa è tempo di scelte cruciali per la programmazione televisiva del prossimo anno ed è sempre più evidente, come racconta Jefferson Graham nel suo articolo su USA TODAY,  che i programmi tv funzionano e funzioneranno sempre più se si crea una connessione importante tra quello che va in onda e i social network più amati dagli americani.

I social network  hanno già trasformato la televisione e il riferimento è sia all’apparecchio  televisivo,  che va decisamente verso uno schermo integrato con i social network a cui  si può accedere in contemporanea con la visione delle programmazione  televisiva, sia ai programmi il cui contenuto interagisce sempre più con piattaforme social che creano engagement, che fanno discutere tra loro gli spettatori durante e dopo la messa in onda dei programmi .

Conversazioni, critiche e commenti  che da sempre hanno decretato il successo di alcuni programmi televisivi rispetto ad altri,  in passato avvenivano  il giorno successivo alla messa in onda del programma.  Oggi  il gossip e l’attenzione ai programmi televisivi del momento avviene direttamente durante la messa in onda.

Si tratta per ora di segmenti di pubblico televisivo  non allargato,   ma estremamente influenti e dunque decisivi per incrementare l’audience e il successo di un programma.

Si sono studiati anche i tempi di interazione tra questi telespettatori attivi sui social e si è scoperto che i commenti e le conversazioni non sono correlati alle pause pubblicitarie,  ma avvengono in real time durante i momenti clou dello show televisivo. Questo è importante come ha commentato  Rick Haskins, vice-presidente esecutivo di CW network,  perché garantisce agli inserzionisti pubblicitari un livello di engagement qualitativamente alto anche per gli spot televisivi.

Siamo quindi davanti a un’audience  televisiva  che è molto lontana dal vecchio concetto di telespettatore passivo, tanto che negli USA è già stata coniata la definizione “social tv viewing”.

I commenti e le conversazioni sui programmi televisivi  pubblicati su Twitter,  Facebook e sugli altri social network da Aprile 2011 ad aprile 2012 sono aumentati del 194 % come è stato evidenziato da  Mark Ghuneim,  CEO di Trendrr, società che segue e descrive nuove tendenze e cambiamenti  del mondo televisivo.

Nella scorsa stagione televisiva in USA gli show di cui si è più discusso online sono stati  Dancing with the StarS trasmesso dalla ABC, American Idol  della Fox, The Voice sulla NBC e in genere tutti i programmi sportivi e le premiazioni televisive.

Anche i numeri iniziano ad avere il loro peso, i follower online  sono 160 milioni  per la CBS,  86 milioni per la ABC,  50 milioni  per la CW e  48 milioni per la NBC .

Sempre più popolari sono anche le app dedicate ai telespettatori e ai fan di programmi televisivi. Ricordiamo GetGlue con 2 milioni di utenti, che consente di far sapere agli altri telespettatori quello che si sta guardando in tempo reale e apre forum di discussione.  Un’altra app Viggle è basata sul concetto di un’audience televisiva remunerata, offrendo biglietti per spettacoli, gift card e la possibilità di scaricare musica gratuitamente, a patto di guardare determinati show.  L’app Yap offre invece una guida virtuale ai programmi televisivi e anche in Yap si aprono forum di discussione e commenti.  IntoNow è invece un’app di Yahoo che consente di identificare gli show televisivi in onda e mette in contatto i telespettatori in real time. Miso è un’altra app televisiva molto popolare dove è possibile trovare le trame dei programmi televisivi più seguiti,  vedere estratti di programmi , accedere a sondaggi e forum di discussione.

Qualche anno fa si pensava che la televisione  fosse seriamente in declino e che gli spettatori avrebbero spento i  televisori per passare il loro tempo libero navigando sui  PC,  ma evidentemente il futuro si diverte a disegnare scenari molto più complessi.  In questo caso sono proprio i social network a diventare alleati importanti per salvare e rafforzare l’audience dei programmi televisivi.

 

 

 

Price Disclaimer
Prices are accurate as of 22 September 2014 18:23. Product prices and availability are subject to change. Any price and availablility information displayed on Amazon.com at the time of purchase will apply to the purchase of any products.

Commenti

Commenta l'Articolo:

Autore Articolo: Barbara Barbieri

VUOI VISIBILITA'? COMPRA SUBITO UN PACCHETTO CLICCANDO QUI Da oltre vent'anni mi occupo di comunicazione e formazione sulla comunicazione. I media e il linguaggio digitale sono la mia vera passione che porto in giro per eventi, convegni, seminari e corsi sperando di contagiare più persone possibile. Il mio motto è "fino a quando ci sono parole da scambiare c'è speranza". La mia è la comunicazione firmata con la doppia BB.

APRI IL TUO CONTO!

Price Disclaimer
Prices are accurate as of 10 September 2014 09:00. Product prices and availability are subject to change. Any price and availablility information displayed on Amazon.com at the time of purchase will apply to the purchase of any products.

BESTSELLER AMAZON

Price Disclaimer
Prices are accurate as of 10 September 2014 09:04. Product prices and availability are subject to change. Any price and availablility information displayed on Amazon.com at the time of purchase will apply to the purchase of any products.

APRI IL TUO CONTO!

Categorie

Archivi